Cancellazione protesti

Il privato che ha subito un “protesto” può essere inserito in CAI (Centrale Allarme Interbancaria) per la durata di sei mesi e nel relativo bollettino protesti presso la Camera di Commercio per i successivi 5 anni.

Essere stati protestati significa in altre parole vedersi precluso il ricorso al credito, e vedersi chiudere tutti i rapporti con gli istitui bancari.

Da oggi, grazie alla Assopro, è possibile la cancellazione dei propri protesti e la riabilitazione per poter finalmente riacquisire quella DIGNITA’ che ci è stata tolta in un momento di difficoltà e ad avere di nuovo accesso al credito dalla porta principale.

AssoPro assisterà gli associati in tutte le fasi del processo riabilitativo, che comprendono:

  1. Verifica della fattibilità della riabilitazione
  2. Invio Preventivo personalizzato
  3. Richiesta di tutta la documentazione necessaria
  4. Richiesta agli uffici competenti per la cancellazione al protesto
  5. Verifica dell’avvenuta cancellazione
  6. Cancellazione dalle centrali rischi “cattivi pagatori”

Tutte le fasi sopra descritte porteranno alla riabilitazione del protestato e al relativo accesso al credito in breve tempo.

Assopro può cancellare i tuoi protesti.

Puoi consultare le nostre quote o contattarci. Assopro è al fianco del protestato.